Accedi al sito
Serve aiuto?

Annunci

« Indietro

Estate: attenti alle spighe
Autore: Dott. Colnago
Data: 12-07-2014

Cosa c'è di meglio durante la bella stagione del portare il proprio cane a correre in un bel prato? Eppure è proprio in occasioni come queste che si può celare un insidioso pericolo: la presenza di forasacchi, ovvero di graminacee appartenenti al genere Bromus, con le loro spighe mature, possono costituire un serio problema.

Infatti, approfittando della loro adesività, possono facilmente attaccarsi al pelo del nostro beniamino e infilarsi praticamente ovunque. Le sedi più tipiche sono i condotti uditivi, le narici e gli spazi interdigitali, mentre semi di altre specie, più piccoli e tondeggianti, riescono ad intrufolarsi persino sotto le palpebre.

Nel caso ci si accorgesse di un improvviso e persistente scuotimento della testa, oppure di altrettanto improvvisi e ripetuti starnuti, di un insistito leccamento di una zampa, della tendenza a chiudere e grattarsi un occhio è imperativo controllare immediatamente la presenza di uno di questi frammenti vegetali e, solo se chiaramente visibile, toglierlo con una pinzetta, altrimenti è d'obbligo rivolgersi subito all'ambulatorio per evitare la penetrazione in profondità del corpo estraneo.

Anche la presenza di una fistola, cioè di un piccolo foro gemente siero o pus, sulla cute dell'animale è spesso segno della presenza di un tragitto in fondo al quale si trova la spiga.

Cercate quindi di evitare, se possibile, di condurre il proprio cane in ambiti ove siano presenti tali specie vegetali o, quantomeno, al termine della passeggiata ispezionarne il mantello in modo da eliminarne la presenza ed evitare le conseguenze che esse provocano.

Se, malgrado tutto, doveste osservare la presenza di uno dei sintomi citati, non esitate a telefonare per fissare un immediato appuntamento.

Con un'opportuna sedazione che evita ogni disturbo e dolore all'animale e con l'utilizzo di un fibroscopio ad hoc, l'ospite indesiderato verrà prontamente estratto. In caso di fistola, previa anestesia, si renderà necessaria una revisione chirurgica della parte che consenta di recuperare il frammento, non di rado situato piuttosto lontano dal punto d'ingresso.

Info Contatti

Ambulatorio Veterinario Dott. Franco Colnago
Via Mazzini, 41
20056 - Trezzo sull'Adda
Milano - Italia
C.F. / P.Iva: 10021190151
Tel: 02 90 93 96 44 -- 335 54 59 818
info@minivet.eu

Newsletter