Accedi al sito
Serve aiuto?

Annunci

« Indietro

Filariosi: è tempo di prevenzione

E' primavera, la natura si risveglia e con essa...anche le zanzare, che non solo sono fastidiose per le loro punture ma, per i nostri amici animali, anche portatrici di un pericoloso parassita: la filaria.

Cane, gatto, furetto possono ospitare nelle arterie polmonari e nel cuore questi vermi che possono raggiungere oltre 25 cm di lunghezza e vivere fino a sette anni. La zanzara, pungendo un animale infestato, solitamente un cane, assume col sangue anche le larve della filaria, deposte dalla femmina dopo l'accoppiamento che avviene all'interno dei vasi dell'ospite, e dopo un periodo di maturazione delle larve medesime nel corpo della zanzara, infesta un nuovo animale durante un successivo pasto di sangue. Solo dopo un periodo di sviluppo che va dai sei ai nove mesi, le larve si trasformano in adulti, pronti a ricominciare il ciclo.

Vista la delicatissima sede in cui albergano i parassiti, a volte presenti in elevato numero, la malattia può evolvere in maniera drammatica. I sintomi vanno dal dimagrimento alla tosse, alla difficoltà respiratoria, allo svenimento, fino a sindromi acute ancor più severe.

La terapia può essere sia medica, con opportuni farmaci filaricidi somministrati in associazione ad altri farmaci in modo da ridurre le conseguenze sull'organismo date dalla morte in circolo dei parassiti, sia chirurgica, con l'ausilio di apposite pinze che prelevano dai vasi interessati il groviglio di vermi.

Come si evince facilmente, molto meglio evitare il tutto con una opportuna profilassi, tramite l'utilizzo di principi attivi che eliminino le larve infestanti trasmesse dalla puntura della zanzara.

Il gatto è un ospite meno frequente del parassita rispetto al cane, ma la malattia quando presente può condurre a morte improvvisa, pertanto l'utilizzo mensile di compresse o di pipette da apporre sulla cute nel periodo da maggio a novembre è caldamente consigliato.

Nel cane è possibile intervenire con la medesima modalità oppure con una comoda iniezione annuale, in periodo primaverile. Se per qualsiasi ragione non si è provveduto alla profilassi per una intera stagione o la si è effettuata solo parzialmente, prima di provvedere è necessario effettuare un esame del sangue per accertarsi che l'animale non abbia nel frattempo preso la malattia.

Vi attendo quindi in ambulatorio per consentirvi di proteggere il vostro beniamino da questa, e non solo, pericolosa patologia. Come sempre, vale il vecchio detto: meglio prevenire che curare!   

 

Info Contatti

Ambulatorio Veterinario Dott. Franco Colnago
Via Mazzini, 41
20056 - Trezzo sull'Adda
Milano - Italia
C.F. / P.Iva: 10021190151
Tel: 02 90 93 96 44 -- 335 54 59 818
info@minivet.eu

Newsletter